fbpx

FUNGHI SHIITAKE, VITAMINA D ED EFFETTI SULLA “EMERGENZA COVID-19”

Mai come in questo periodo di pandemia da Covid-19 è importante che la nostra alimentazione sia adeguata nell’apportare tutti i macro e micronutrienti, affinché il sistema immunitario funzioni al 100% delle sue potenzialità!

Tra i micronutrienti, come già espresso in numerosi articoli scientifici, meritano grande attenzione la vitamina C e gli antiossidanti, per fortuna ampiamenti presenti nella frutta e verdura che comunemente troviamo sulle nostre tavole in questo periodo (agrumi, pomodori, fragole, crucifere….).

Merita però un approfondimento anche il ruolo della vitamina D, considerando soprattutto che rispetto ai microelementi citati sopra è spesso carente nella popolazione italiana. Tale carenza, in questo particolare frangente di “emergenza sanitaria da COVID-19”, potrebbe tristemente aumentare, visto che ci troviamo in “regime di clausura”. Certamente gli alimenti ci vengono in aiuto, ma ricordiamo che questa vitamina nei prodotti NON di origine animale si trova SOLO nei funghi, per cui intere fasce di popolazione ne accusano la carenza, come emerso in numerosi studi.

Recentemente, il Prof. Giancarlo Isaia, Docente di Geriatria e Presidente dell’Accademia di Medicina di Torino, e il Prof. Enzo Medico, Professore Ordinario di Istologia all’Università di Torino, anche a seguito delle recentissime raccomandazioni della British Dietetic Association, hanno approfondito la tematica in un documento (https://www.unitonews.it/storage/2515/8522/3585/Ipovitaminosi_D_e_Coronavirus_25_marzo_2020.pdf), definendo il ruolo che potrebbe svolgere la carenza di Vitamina D, e le correlazioni possibili tra maggiore sensibilità all’infezione COVID-19 e ipovitaminosi.

Il fungo Shiitake è annoverato anche nell’articolo stesso tra le 10 fonti di vitamina D, con apporti medi di 1,1 mg per 100g di fungo secco: lo Shiitake IoBoscoVivo, grazie alle particolari tecniche di coltivazione adottate ed attente alla radiazione luminosa disponibile, ha valori medi di 116 mg per 100g di fungo secco, guadagnando la prima posizione tra le fonti alimentari di vitamina D!!

Il VNR (termine che indica la quantità di vitamine e sali minerali che una persona dovrebbe assumere per soddisfare il fabbisogno minimo giornaliero di questi nutrienti, secondo quanto riportato nell’allegato XIII, parte A, punto 1 del Regolamento (UE) 1169/2011) per la vitamina D è di 5 mg, per cui poco più di 4g di fungo Shiitake IoBoscoVivo permette di soddisfare tale bisogno, anche se numerosi studi arrivano a consigliare 40/50 mg giornalieri (previo consiglio medico e dosaggio della 25-idrossivitamina D ematica, che non dovrebbe essere inferiore a 30mg/ml).

Anche l’integrazione con vitamina D è certamente possibile, ma vediamo i vantaggi di consumare lo Shiitake IoBoscoVivo rispetto all’assunzione di un integratore:

Essendo un alimento, non presenta solo la vitamina ma tantissimi altri principi nutritivi, tra cui Sali minerali (fosforo, potassio, zinco), proteine vegetali e fibre, tra cui il lentinano, un betaglucano efficace nel potenziare il sistema immunitario nei confronti di vari tipi di batteri, virus ed infezioni parassitarie;

L’alimento è qualcosa di naturale, non manipolato dall’uomo, in cui la natura mette a disposizione una serie di strategie per far si che i principi attivi agiscano in sinergia tra loro e favorire la loro resistenza nei confronti di fenomeni degradativi (ad esempio, la presenza di antiossidanti per proteggere composti sensibili all’azione dell’ossigeno). Il “business degli integratori” ha legittimato per la scienza della nutrizione un approccio riduzionistico, concentrando l’attenzione sull’apporto di singoli nutrienti, ma gli integratori non sostituiscono mai una dieta sana ed equilibrata e, nella maggior parte dei casi, offrono benefici molto limitati, se non addirittura nulli, rispetto ad una corretta alimentazione.

Non ultimo, l’aspetto edonistico: è molto più edificante, e saziante, mangiare qualcosa di buono (ed il fungo Shiitake IoBoscoVivo è buonissimo e si presta ad ottime ricette!!!) piuttosto che assumere una pillola…..questo lo lasciamo agli astronauti;)!!!!

BIBLIOGRAFIA

Seleziona Valuta
EUR Euro
it_ITItaliano